Paralisi del sonno: cos’è e perché avviene

Cos’è la paralisi del sonno? E perché avviene? Per sapere le risposte, leggi questo articolo fino alla fine.

Paralisi del sonno: cos’è e chi colpisce

La paralisi del sonno o paralisi ipnagogica è un disturbo del sonno caratterizzato dall’impossibilità di muoversi e parlare. Questo disturbo dura da pochi secondi a un massimo di due minuti, ma, spesso, provoca profonda angoscia a chi lo sperimenta. La paralisi del sonno colpisce maggiormente individui affetti da patologie neurologiche, come la narcolessia. Tuttavia, potrebbe colpire anche individui sani, perlopiù con episodi sporadici. Si stima che circa il 40% della popolazione abbia provato o proverà la paralisi ipnagogica (o, come vedremo sotto, ipnopompica) almeno una volta.

Paralisi del sonno: perché avviene

La paralisi del sonno avviene a causa di un cattivo sincronismo dei meccanismi della fase REM, la stessa nella quale si sogna. Durante questa fase, infatti, si attivano alcuni ormoni che causano il rilassamento dei muscoli, ma, di solito, non ce ne rendiamo conto perché stiamo già dormendo profondamente. Se il corpo rilascia questi ormoni al momento sbagliato, cioè nel passaggio tra la veglia e il sonno, ha luogo la paralisi ipnagogica. Nel caso in cui i muscoli siano intorpiditi nel passaggio inverso (tra il sonno e la veglia) si parla, invece, di paralisi ipnopompica.

Paralisi del sonno e allucinazioni ipnagogiche

Durante le paralisi del sonno si possono verificare le cosiddette allucinazioni ipnagogiche, dette anche illusioni ipnagogiche (o allucinazioni/illusioni ipnopompiche, se si verificano durante la fase di risveglio), fenomeni che possono coinvolgere tutti i sensi, in particolar modo vista, udito e tatto. Si tratta di veri e propri sogni che vengono vissuti come se fossero eventi reali e, non raramente, suscitano nella persona colpita ansia e paura.

Paralisi del sonno: quando consultare un medico

Se si tratta di un fenomeno isolato o sporadico, la paralisi ipnagogica/ipnopompica non è preoccupante e può dipendere da stress, stanchezza e/o poche ore di sonno. Se, invece, si ripete con frequenza, è meglio consultare il medico per accertarsi che non si sia il sintomo di una patologia. Nel caso in cui la paralisi ipnagogica o ipnopompica venga vissuta come un trauma, che influenza le attività quotidiane e/o impedisce di addormentarsi, è consigliabile rivolgersi a uno specialista.

 

Per conoscere altre curiosità sul sonno clicca qui, se, invece, vuoi conoscere il significato di un sogno visita questo articolo.

Buon proseguimento di lettura!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni anonime e rispettando la tua privacy, sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi